Strategia imprenditoriale: perché l’agenzia di assicurazioni deve averla?

Il termine strategia imprenditoriale non deve sembrare eccessivo per l’attività di un’agenzia di assicurazioni. Si tratta di definire lo scopo dell’attività imprenditoriale dell’agenzia, le sue caratteristiche e il percorso per raggiungerlo.

Nessuna attività economica dovrebbe prescindere dall’avere una strategia imprenditoriale. Essa costituirà il riferimento per le decisioni aziendali.

Quante volte ci sarà capitato di dover scegliere tra due o più opzioni.
In base a quali criteri scegliere, se non quelli della nostra strategia imprenditoriale?

Sarebbe un errore stabilire di volta in volta i criteri per la decisione.
Così facendo le varie decisioni saranno potenzialmente incoerenti tra loro.
Ciascuna di esse potrebbe essere ottimale in se stessa, ma essere fuori dal percorso che ci porta allo scopo strategico.

Viceversa avere una strategia imprenditoriale e decidere su singole azioni riferendosi ad essa ci consente di rendere coerenti tutte le decisioni ed anche di potenziarne l’effetto.

Può avvenire che una decisione presa in tal senso possa apparire meno efficace o più costosa nell’immediato. In questo sta la forza dell’imprenditore: ottenere il risultato finale tenendo ferma la direzione decisa.

Questo non deve, però, far pensare a decisioni e traguardi immutabili.
Anche la strategia imprenditoriale può cambiare, purché sia una decisione ponderata e coscientemente presa ed adottata.

Se ciò avviene, tutti gli altri aspetti di business dovranno essere orientati alla nuova strategia.

Il cambio di strategia può essere una necessità più che una scelta. Ad esempio quando cambia qualche presupposto importante: l’uscita di un socio, una crisi economica, un cambio da parte della compagnia.

L’essenziale è mantenere il governo complessivo strategico nella nostra impresa, che abbia sempre chiaro il suo scopo ed il percorso per raggiungerlo.

La strategia imprenditoriale nell’attività dell’agenzia di assicurazioni

Nelle agenzie di assicurazioni, purtroppo, non sempre viene definita una strategia imprenditoriale chiara. O viene fatto solo parzialmente.

Ci sono varie argomentazioni che motivano questa mancanza, ad esempio:

  • non ci avevo mai pensato – cioè manca la formazione specifica, la prassi, le competenze;
  • costa fatica – in effetti, per stabilire la propria strategia bisogna ritagliarsi il tempo per farlo; bisogna anche guardarsi allo specchio per porsi una domanda scomoda: “Dove realmente voglio andare?”;
  • nessuno me lo chiede – certo, le compagnie hanno bisogno di terminali operativi: agenti più che imprenditori.

In un contesto economico-sociale stabile, i percorsi imprenditoriali, come quello delle agenzie di assicurazioni, sono prevalentemente tracciati per equilibrio stabile tra i protagonisti.

Nel contesto attuale ed ancor più in quello futuro, questo equilibrio è saltato o salterà.

Stando così le cose non possiamo che chiederci quale direzione prendere? Dove andare? Come muoversi? Con quali mezzi?

Facendoci aiutare dalle immagini, si passa da una prospettiva imprenditoriale come treno sui binari ad una come barca in mezzo al mare.

Può sembrare sfavorevole la seconda situazione, quella dell’attualità, ma dobbiamo considerare, mantenendo l’immagine, che la barca può andare in tante direzioni e raggiungere molti luoghi, mentre il treno ha ben poche scelte.

Serve però decidere una meta ed una rotta: questa è la strategia imprenditoriale.

Non rimanere in mezzo al mare! Acquisisci le competenze per trasformarti da agente a imprenditore e avviare il processo di trasformazione da agenzia di assicurazioni a impresa.


Se hai trovato interessante questo post, condividilo con i tuoi amici e lasciaci un commento qui sotto. Grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informazioni su Roberto Marrella

Genovese, ingegnere, vivo ora a Verona. Ho sviluppato la mia esperienza professionale come consulente industriale, manager in gruppi assicurativi e bancari internazionali e attraverso responsabilità in enti associativi dei consumatori, sociali e culturali di rilievo nazionale. Partecipo ai gruppi di lavoro ed alle proposte formative di Parliamo di Assicurazioni con un contributo multidisciplinare, nell’ottica di un mondo assicurativo più vicino alle persone, adeguato ai tempi ed utile al sistema-paese.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.