Il risk management è un investimento per la sopravvivenza e il successo delle aziende

Mi occupo di risk management praticamente da sempre e mi rendo conto che, ancora oggi, proteggersi dalle vulnerabilità è spesso percepito come un costo anziché come un investimento, sebbene siano ormai tanti i casi che ci dimostrano che fare risk management è un investimento intelligente e necessario alla sopravvivenza stessa di un’impresa.

Con questa premessa, come possiamo portare i nostri clienti a investire in risk management per proteggersi dalle vulnerabilità e in particolare da quelle che, più di altre, potrebbero compromettere la sopravvivenza stessa della lora azienda?

Provo a spiegartelo partendo dal presupposto che il rischio è una realtà onnipresente che ogni impresa deve fronteggiare. Eventi sfavorevoli, come incendi, incidenti o crisi economiche, possono avere conseguenze devastanti per l’intera attività.

L’evento avverso non è solo la conseguenza di un errore umano o di un evento esterno, ma il frutto di una complessa interazione tra fattori tecnici, organizzativi ed economici. Sapere come individuarlo, valutarlo e gestirlo in modo integrato può significare il successo e la sopravvivenza stessa dell’azienda.

Immagino già cosa pensi: “Sì, lo so anch’io, ma è difficile convincere i clienti a tutelarsi dagli eventi che potrebbero causare loro un danno economico importante. Molti di loro sono completamente avversi al rischio e preferiscono non pensarci.”

Sono d’accordo con te, ma è importante sottolineare che tutelarsi non è soltanto un costo, ma anche un’opportunità. Un’azienda che conosce bene le sue criticità è in grado di migliorare la sua efficienza, la sua economicità e la sua competitività.

Ecco alcuni esempi che puoi utilizzare con i tuoi clienti per aiutarli a comprendere che fare risk management è un investimento che può portare benefici concreti alle aziende:

  • Riduzione dei costi: una gestione efficace dei rischi può portare a una riduzione dei costi diretti e indiretti, come quelli legati a incidenti, interruzioni di attività, danni ai beni e contenziosi.
  • Miglioramento dell’efficienza: il Risk Management può aiutare le aziende a migliorare la loro efficienza, identificando ed eliminando le cause dei rischi.
  • Aumento della competitività: le aziende che gestiscono bene i rischi sono in grado di offrire ai clienti prodotti e servizi di qualità superiore, a prezzi più competitivi.

Vediamo qual è il percorso da seguire per argomentare in modo efficace tutti questi benefici e poter aiutare i tuoi clienti a implementare un sistema di Risk Management, partendo dai primi passi:

  1. Parti dall’analisi dei rischi: la prima cosa da fare è identificare e valutare tutti i rischi a cui è esposta l’azienda.
  2. Definisci le strategie di gestione: una volta identificati i rischi, è necessario definire le strategie per gestirli.
  3. Implementa le misure di mitigazione: è importante implementare misure di mitigazione per ridurre l’impatto dei rischi.
  4. Misura e migliora: è indispensabile monitorare l’efficacia delle misure di mitigazione e apportare le modifiche necessarie.

Ovviamente, già solo per arrivare a offrire una consulenza in cui aiuti i tuoi clienti ad analizzare in modo approfondito i rischi a cui sono esposti, è necessario acquisire delle competenze in Risk Management che non tutti gli intermediari assicurativi hanno e che io, insieme a Parliamo di Assicurazioni, posso aiutarti ad acquisire mettendoti a disposizione tutta una serie di strumenti ed una formazione specifica (pratica ed applicata sul mercato, non teorica e basta) per supportare la tua attività di intermediario assicurativo basata sulla promozione del risk management.

Comincia ad entrare nell’ordine di idee che investire in risk management è di fondamentale importanza per la tua attività di consulente assicurativo, perché, grazie alle competenze proprie del risk manager, puoi aiutare i tuoi clienti a implementare un sistema di risk management efficace e vantaggioso, in grado di assicurare la sopravvivenza e il successo dell’azienda.

Vuoi saperne di più su come promuovere il risk management ai tuoi clienti? Non perdere il mio prossimo articolo, nel quale ti spiegherò come verificare l’attuale stato di protezione dell’azienda tua cliente.

Se vuoi saperne di più sul risk management o hai qualche curiosità o domanda scrivi nei commenti. Ti risponderemo con piacere.


Le tue scelte cookie potrebbero non consentire l'invio del modulo. Puoi rivedere le tue scelte <a href="#" class="showConsentAgain">facendo clic qui</a>.

Se hai trovato interessante questo post, condividilo con i tuoi amici e lasciaci un commento qui sotto. Grazie!

Informazioni su Fabio Ferrari

Sono di Verona, sono coniugato ed ho due figli. Grazie a una ultraventennale collaborazione con grandi Broker internazionali, ho maturato una profonda competenza come consulente in risk management per grandi e medie Aziende, nazionali e multinazionali e ho anche acquisito una comprovata esperienza, concreta e operativa, nella gestione dei team e nel coordinamento operativo. La mia competenza in risk management mi permette di analizzare a 360* tutte le aree dei rischi puri, operativi, strategici e finanziari, complementari e collaterali alla gestione caratteristica di aziende anche molto complesse. L'uso di sistemi di analisi tecnologicimi permette di aumentare la velocità di risposta e la qualità delle performances del servizio e della consulenza, riducendo i costi di gestione per l'azienda Cliente. Progettazione e docenza di corsi di formazione di Risk Management, Enterprise Risk Management e Tecnica assicurativa per Aziende, Professionisti e Banche (bancassurance e gestione rischi non finanziari) completano il profilo. Sono appassionato del mio lavoro, amo lavorare in team e condividere conoscenza ed esperienza. Non credo nella "tuttologia" ma nella specializzazione e nella crescita professionale costante.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.