Finanza etica

Non esiste una definizione univoca di finanza etica. In generale con tale termine vengono individuati due distinte applicazioni degli strumenti finanziari:

  • la microfinanza (soprattutto il microcredito) rivolta alle fasce di popolazione più deboli così come attuata dalle Banche dei Poveri nei paesi del Terzo Mondo e, in anni recenti, anche in quelli ricchi;
  • l’investimento etico, cioè la gestione dei flussi finanziari raccolti con strumenti quali i fondi comuni attraverso cui si sostengono organizzazioni che lavorano nel campo dell’ambiente, dello sviluppo sostenibile, dei servizi sociali, della cultura e della cooperazione internazionale.

(Wikipedia – “Finanza Etica”)

Noi, quando parliamo di Finanza Etica, intendiamo una finanza che tiene conto delle reali esigenze del cliente, della sua situazione personale, familiare e lavorativa, della sua disponibilità finanziaria, dei suoi obiettivi, della sua percezione e propensione al rischio, e che, partendo da questo, propone strumenti realmente adeguati per il cliente.

Se hai trovato interessante questo post, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento qui sotto. Grazie!

Informazioni su Luisa Rosini

Aiuto le persone ad assicurarsi bene e gli assicuratori a promuoversi sul web creando cultura assicurativa.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.