Essere assicuratore al tempo dei social

PROSSIME DATE
ZanHotel Europa – Via Boldrini 11 – Bologna
26 ottobre 2019 – Content marketing e social selling nelle assicurazioni
13 novembre 2019 – Analisi dei rischi e risk management per intermediari
14 dicembre 2019 – Costruire welfare aziendale con le assicurazioni
Partecipa a Essere Assicuratore al Tempo dei Social!

Cosa vuol dire Essere assicuratore al tempo dei social, o meglio, essere intermediario assicurativo in un momento in cui le compagnie stesse usano internet non più come vetrina, ma come luogo per costruire un rapporto diretto con le persone?

In un’epoca in cui l’intermediario assicurativo non è più il tramite privilegiato dalla compagnia e finisce per competere con la compagnia stessa, che affianca alle agenzie anche altri canali di intermediazione, qual è il valore aggiunto che l’intermediario assicurativo può offrire, se vuole continuare ad essere il punto di riferimento delle persone?

Noi di Parliamo di Assicurazioni crediamo che, oggi come oggi, l’intermediario assicurativo debba assumere le vesti di vero e proprio consulente del rischio, ossia di colui che rende consapevoli le persone sui rischi e sui danni economici che quei rischi possono causare, se si trasformano in eventi.

Pensiamo anche che l’intermediario assicurativo debba essere in grado di fare una corretta analisi dei rischi, per individuare quali possono essere prevenuti e quali, invece, devono essere assicurati.

Siamo anche convinti che assicurarsi non vuol dire soltanto far fronte alle conseguenze economiche di un eventuale danno; assicurarsi è anche un modo per creare benessere sociale e, a maggior ragione, lo è per un’azienda che si avvale degli strumenti del welfare aziendale per creare maggior benessere economico per i propri dipendenti e le loro famiglie.

3 competenze che l’intermediario assicurativo moderno deve avere

Saper usare i social e internet per creare cultura assicurativa e al tempo stesso affermare la propria professionalità.

Saper fare una corretta analisi dei rischi per aiutare persone ed aziende ad individuare i rischi da assicurare, aiutandole anche ad averne una percezione corretta in termini di danno economico che possono causare.

Saper aiutare le aziende ad avvalersi dei vantaggi fiscali degli strumenti di welfare aziendale e al tempo stesso contribuire ad aiutare persone e famiglie a costruirsi pensioni integrative, poter contare su una rendita in caso di non autosufficienza, poter ricorrere alla sanità integrativa e potersi curare anche quando il SSN diventa inaccessibile per i lunghi tempi d’attesa.

Queste sono, a nostro avviso, 3 competenze che un intermediario assicurativo deve avere, se vuole continuare ad essere il punto di riferimento delle persone che vogliono tutelarsi e che, grazie alla sua opera di divulgazione ed educazione sul web, hanno acquisito maggior consapevolezza sui rischi a cui sono esposte e vedono in lui il professionista capace di mettersi nei loro panni e di aiutarle a tutelarsi.

In realtà ne esiste anche una quarta, che è trasversale alle altre tre ed è in grado di fare la differenza, soprattutto durante la prima consulenza. È  la capacità di aiutare le persone a prendere coscienza dei rischi e ad acquisirne la percezione corretta rispetto ai propri obiettivi e alla propria situazione economica. Senza questo passaggio le persone non riescono a sentire il bisogno di assicurarsi e qualunque tentativo in questo senso rischia di essere percepito come una forzatura e una tentata vendita di qualcosa che non si desidera, con la conseguenza che può insorgere diffidenza e addirittura sfiducia, cosa che può portare alla chiusura totale, rendendo difficile acquisire le informazioni necessarie ad impostare una corretta pianificazione assicurativa.

Come acquisire le 3 competenze che fanno la differenza per un assicuratore

Essere assicuratore al tempo dei social - 3 competenze che fanno la differenza per un assicuratore

Per aiutare gli intermediari assicurativi ad acquisire le 3 competenze che permettono ad un assicuratore di continuare ad essere il punto di riferimento delle persone che voglio assicurarsi, abbiamo ideato il percorso di formazione Essere assicuratore al tempo dei social.

Partecipando a Essere assicuratore al tempo dei social sarai in grado di:

  • creare benessere sociale aiutando le aziende a strutturare piani di welfare aziendale con gli strumenti di previdenza, sanità e assistenza integrativa,

  • creare cultura assicurativa online e al tempo stesso acquisire autorevolezza come consulenti del rischio qualificati e affidabili,

  • avvalerti di competenze di risk management per aiutare le persone a fare un’analisi corretta dei rischi a cui sono esposte,

e potrai fare la differenza tra semplice intermediazione di polizze e consulenza assicurativa finalizzata a far assicurare le persone in modo consapevole e responsabile.

Essere assicuratore al tempo dei social è organizzato in 3 moduli di 8 ore ciascuno.

Costruire Welfare Aziendale con le Assicurazioni

Docente Riccardo Zanon – Esperto di welfare aziendale
Il corso ha come obiettivo formare agenti e broker assicurativi sull’importanza del Welfare Aziendale per la propria professione, fornendo loro competenze sulla costruzione di un piano di WA e su come proporre il WA in azienda.
Il corso vuole anche mettere in evidenza i benefici che gli interventi ben strutturati di Welfare Aziendale possono generare per i dipendenti, per la comunità locale e soprattutto per l’impresa. Tra questi l’aumento della motivazione e dell’efficienza dei dipendenti, l’attrazione e la fidelizzazione dei migliori talenti, migliori performance e quindi maggiore redditività.

Content marketing e social selling nelle assicurazioni

Docente Gianluigi Bonanomi – Formatore sulla comunicazione digitale
Il corso ha come obiettivo aiutare gli assicuratori ad usare i nuovi canali di comunicazione, così come il blog, per fare rete, comunicare e pubblicare contenuti.
Qual è il canale che fa al caso dell’assicuratore? Come usarlo in modo strategico? Come si crea un piano editoriale efficace? Come si gestiscono le relazioni con i clienti? Queste sono alcune delle domande che troveranno risposta durante il corso, che vive anche momenti di esercitazione pratica.

Analisi dei rischi e risk management

Docenti Clemente Fargion e Fabio Ferrari – Esperti di Risk Management
Vendiamo polizze o assicuriamo le persone? Questa è la domanda che gli intermediari assicurativi dovrebbero farsi ogni giorno.
Con l’introduzione al risk management, il corso vuole aiutare gli intermediari a focalizzarsi sull’offrire una tutela a persone e imprese, ancor prima di vendere polizze, partendo dall’analisi dei rischi e dalla valutazione delle catene consequenziali che ogni rischio porta con sé. Seguendo le regole del risk management, l’intermediario assicurativo è in grado di aiutare l’imprenditore, e le persone in genere, a comprendere quando affidarsi alla tutela assicurativa, quando avvalersi della prevenzione e quando far agire entrambi in modo integrato.

Perché dovresti partecipare a Essere assicuratore al tempo dei social?

Perché sei un giovane assicuratore e vuoi acquisire le competenze che ti permettano di affermarti come consulente assicurativo capace di aiutare le persone a valutare in modo adeguato i rischi a cui sono esposte e a scegliere consapevolmente e responsabilmente per quali assicurarsi.

Al tempo stesso vuoi farti conoscere online come professionista qualificato, che ha a cuore la sicurezza delle persone e le aiuta a comprendere meglio come le assicurazioni possano essere un valido strumento di pianificazione finanziaria.

Perché sei un veterano delle assicurazioni e sai che, per poter continuare a stare sul mercato, hai bisogno di dare al cliente un valore aggiunto che altri canali di intermediazione, per la loro stessa natura, non possono dare.

Essere assicuratore al tempo dei social è il percorso che ti permette di acquisire le competenze indispensabili per riaffermare il ruolo sociale del consulente assicurativo come colui che aiuta le persone a proteggere ciò che hanno, costruirsi capitali che le sosterranno in futuro e accrescere il benessere del contesto sociale in cui vivono e lavorano.

FORMAZIONE CERTIFICABILE AI FINI IVASS
Per ogni modulo di Essere assicuratore al tempo dei social è possibile certificare 8 ore di formazione valida ai fini IVASS, grazie alla collaborazione tra Parliamo di Assicurazioni e Atoma srl.


PROSSIME DATE
ZanHotel Europa – Via Boldrini 11 – Bologna
26 ottobre 2019 – Content marketing e social selling nelle assicurazioni
13 novembre 2019 – Analisi dei rischi e risk management per intermediari
14 dicembre 2019 – Costruire welfare aziendale con le assicurazioni

Se hai trovato interessante questo post, condividilo con i tuoi amici e lasciaci un commento qui sotto. Grazie!

I commenti sono chiusi